XVI Edizione del Premio Internazionale “La Calabria nel Mondo”

Home  »  Gli eventi  »  XVI Edizione del Premio Internazionale “La Calabria nel Mondo”
Ott 2, 2007 Nessun commento ›› admin

 

Una grande e suggestiva serata dedicata ai calabresi del mondo, come ormai è tradizione da quasi vent’anni,: così il Premio “La Calabria nel Mondo” ha celebrato, con il patrocinio di Senato, Camera dei Deputati, Regione Calabria e Regione Lazio, la sua XVI edizione nei saloni di Palazzo Marini, alla Camera dei Deputati il 2 ottobre scorso, con un incontro e una significativa cerimonia che hanno registrato una vasta partecipazione di numerosi esponenti del mondo politico e istituzionali, tra cui il vicepresidente del Consiglio on. Francesco Rutelli, il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, il sen. Giulio Andreotti , il viceministro per lo Sviluppo economico Sergio D’Antoni, il presidente dell’Autorità delle Comunicazioni, prof. Corrado Calabrò.

Una serata bellissima, all’insegna della “calabresità”,quello straordinario sentimento di nostalgia e amore per la propria regione che accomuna milioni di persone che,per ragioni diverse, vivono lontano dalla terra che li ha visti nascere.“Un incontro– ha detto l’on. Peppino Accroglianò,presidente del C3 International e ideatore del Premio,che rinverdisce il rapporto con la terra lontana e che soprattutto corrobora l’impegno dei calabresi mirato al conseguimento di spazi altamente qualificati in onore della Calabria e a dimostrazione dei valori intellettualie morali che,contrariamente alle malignazioni e alle denigrazioni gratuite e strumentali,dimostrano come la gente calabra sia in stragrande maggioranza buona,laboriosa,onesta, non violenta,rispettosa delle leggi, generosa e cultrice dell’amicizia e del focolare domestico”.

E Roma – come ha sottolineato il vicepremier e ministro dei Beni culturali Rutelli – è la più grande città della Calabria con i suoi oltre 500 mila residenti di origine calabrese: una comunità che ha saputo raggiungere grandi traguardi e i cui esponenti rivestono sempre più spesso ruoli istituzionali di primo piano,a rimarcare la capacità , la statura morale e la serietà che li contraddistingue.

Alla cerimonia di Palazzo Marini, cui è seguito un fastoso ricevimento nei saloni di Palazzo Brancaccio,hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, il sottosgreterio Paolo Naccarato,il presidente della Corte costituzionale Franco Bile, i presidenti emeriti della Corte Costituzionale Annibale Marini, Cesare Mirabelli e Cesare Ruperto, il presidente del Consiglio di Stato Dr. Mario Egidio Schinaia, il presidente dell’Inail Vincenzo Mungari, il vicepresidente dell’Autorità garante della privacy Giuseppe Chiaravalloti,mons. Liberio Andreatta, vicepresidente dell’Opera Romana Pellegrinaggi, l’editore Giuseppe Marra, presidente del gruppo Adnkronos.

L’on. Accoglianò, nel salutare il sen. Andreotti – che da Presidente del Consiglio nel 1990 e nel 1992 ha consegnato i Premi -ha ricordato che la sua presenza “va considerata e situata in un’ottica di indubbio spessore etico e sentimentale e assume il valore di una testimonianza di fraternità e di solidarietà per la nostra Calabria”.

I riconoscimenti di quest’anno sono andatia calabresi che con la loro attività e i loro alti meriti professionali onorano le proprie origini: Giorgio Assumma, presidente della SIAE, Alfonso Blandini, radiologo, Direttore Diagnostica Immagini Terapia di Pesaro,

Giuseppe Giovanni Caffo, imprenditore – presidente distilleria fratelli Caffo, Filippo Callipo, imprenditore, Pasquale Cannatelli,direttore generale azienda ospedaliera Niguarda Cà Granda di Milano, Franco Chimenti, preside facoltà Farmacia – un. ”La Sapienza”di Roma, Leopoldo Luigi Conforti,general counsel Alitalia,Giancarlo D’Alessandro,assessore ai lavori pubblici del Comune di Roma, Enrico de Campora, direttore clinica otorinolaringoiatria Università di Firenze,Francesco De Stefano,prefetto di Lodi,Augusto Grillo,imprenditorepresidente Vegitalia ,Cesare Lanza, giornalista e autore televisivo ,Mario Lazzarino, direttore clinica ematologicaUniversità di Pavia,Luigi Li Gotti,sottosegretario alla Giustizia,Domenico Mannino,prefetto di Rimini,Domenico Marasco, editore, presidente Elaia di Milano,

Giorgio Marrapodi,ministro consigliere presso l’ambasciata d’Italia a Madrid,Pietro Migliaccio,medico nutrizionista ,Giuseppe Mussari,presidente Monte dei Paschi di Siena,Giuseppe Naccarato, docente università “Tor Vergata” Roma,

Giuseppe Nava, capo ufficio stampa Rai ,Mario Pirillo,assessore all’agricoltura – Regione Calabria ,Mario Scali,presidente Ferrovie della Calabria,Nicola Biagio Tosto,dirigente Ferrovie dello Stato,e Leonardo Valeo, imprenditore a Tokyo (premio speciale – presidenza Repubblica).

Ai premiati è stata consegnata una creazione originale del maestro orafo Gerardo Sacco ispirata al Codex Purpureus di Rossano.

Il ricevimento è stato caratterizzato da un ricchissimo buffet di prodotti tipici offerti dalla Regione Calabria e dalla Regione Lazio. Apprezzatissima anche la liquirizia pura offerta dalla fabbrica Amarelli di Rossano, una delle più antiche della Calabria.

 




Commenta