XVIII edizione del premio internazionale “La Calabria nel mondo”

Home  »  Gli eventi  »  XVIII edizione del premio internazionale “La Calabria nel mondo”
Ott 14, 2009 Nessun commento ›› admin

E’ diventato “maggiorenne” il Premio Internazionale “La Calabria nel Mondo”. Il 14 Ottobre, con una grande festa all’Auditorium Conciliazione, l’Associazione C3 International ha proposto la XVIII edizione dell’evento di riferimento per i cinquecentomila Calabresi che vivono a Roma e non solo. Quasi 2000 posti a sedere sono stati appena sufficienti per ospitare il pubblico accorso ad assistere alla cerimonia di consegna dei riconoscimenti ai Calabresi illustri che, in Italia o ovunque nel mondo, hanno saputo farsi strada contribuendo alla creazione di un’immagine positiva della Regione più affascinante e aspra del Belpaese. Primo protagonista dell’evento Corrado Calabrò, magistrato presidente dell’Autorità Garante nelle comunicazioni, che ha svelato al pubblico dell’auditorium il suo talento poetico, attraverso un Recital Spettacolo di Poesia e Musica, composto con le sue poesie sul mare e sull’amore. Interpreti dello spettacolo gli attori Walter Maestosi e Daniela Barra accompagnati dalle musiche originali del Maestro Giovanni Monti, sul palco con il suo pianoforte.

Una Platea vasta, ma soprattutto qualificata, che è stata accolta dal Presidente dell’associazione promotrice del Premio On. Peppino Accroglianò insieme al Sindaco della Capitale On. Gianni Alemanno. “Voglio oggi fare un augurio a tutte le persone qui presenti e soprattutto ai giovani: non dimenticate mai di essere Calabresi! proprio come non lo dimentico io, nella vita professionale come anche in quella personale – ha raccomandato Accroglianò durante il suo discorso da palco – Per chi vive lontano dalla propria terra, il senso di appartenenza ad una comunità è un valore, forse più di chi nella propria terra ci vive ancora. In questo senso gli uomini e le donne calabresi devono essere orgogliosi di essere tali e a servizio non di una città o di una Regione ma del loro Paese, che è l’Italia”.

Nel salone di Via della Conciliazione c’erano tutti i calabresi ai vertici delle più importanti istituzioni dello Stato e imprenditori che hanno saputo realizzare con intelligenza e tenacia grandi progetti, uomini politici, magistrati, dirigenti pubblici, giornalisti, personaggi del mondo dello spettacolo e della televisione. In rare occasioni a Roma è possibile incontrare in un unico luogo un pubblico così qualificato e attento. C’è riuscita la poesia e il fortissimo legame che lega i calabresi alla loro terra e i non calabresi alle qualità espresse da una comunità tanto orgogliosa e fiera della propria origine.Sul palco a omaggiare i premiati c’arano il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta e il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, il governatore della Regione Calabria Agazio Loiero; madrina e conduttrice della serata la giornalista Rai Livia Azzariti.

Tra il pubblico nomi come il Presidente dell’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato Antonio Catricalà, l’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone, il presidente del Gruppo in Senato del Popolo della Libertà Maurizio Gasparri, gli ex Presidenti emeriti della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick, Annibale Marini e Cesare Mirabelli, il Procuratore generale della Repubblica presso la Corte Suprema di Cassazione, , il Presidente di Mediaset Fedele Confalonieri , il Presidente delle Ferrovie Innocenzo Cipolletta i sottosegretari Rocco Crimi e Guido Crosetto, l’ex presidente del Senato Franco Marini, l’ex Ministro Domenico Fisichella, il Gen. Antonio Pappalardo, l’ex Ministro Paolo Gentiloni, il giornalista Alain Elkan, i Principi Lillio e Maria Rispoli, donna Assunta Almirante, Pandolfi On. Dr. Filippo, già ministro dell’economia e tantissime altre autorità che elencarli sarebbe troppo lungo.

Otto in totale i premiati, ai quali si sono aggiunti alcuni scambi di doni come la medaglia del compleanno di Roma che il Sindaco Alemanno ha voluto offrire al Presidente dell’Agcom Calabrò e il calice d’argento ispirato a Pitagora con il quale Calabrò ha contraccambiato al Sindaco della Capitale. Anche il Presidente del C3 International Peppino Accroglianò ha voluto omaggiare il Sindaco della città più grande della Calabria con un quadro realizzato dall’artista Marzia Damaggio e ha ricevuto a sua volta un dono dal Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio on. Gianni Letta ha infine donato una Coppa d’argento al Cav. Del lavoro Pippo Marra, Presidente Adnkronos, gentilmente inviata dalla Regione Lazio.

La ormai tradizionale, targa in argento con la riproduzione del Codex Purpureus Rossanensis realizzata dall’artista orafo calabrese Gerardo Sacco è andata a sei calabresi illustri. Sono Francesco Guida, Presidente della Cassa di Risparmio di Bra (Cuneo); Rolando Manna, Imprenditore e Costruttore attivo a Roma; Rosaria Marino, direttore Generale dell’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio; Giuseppe Novelli, Professore di genetica medica all’Università di Roma Tor Vergata; Angelo Sparano Vitelli che vive e lavora a San Paolo in Brasile ed è presidente e fondatore del “Sistema Quatro”, grande azienda per la fornitura di servizi e manodopera specializzati e Leon Panetta, deputato USA per ben otto legislature e Capo di Gabinetto durante la Presidenza Clinton e attuale Direttore Generale della CIA.

Premi speciali a Santo Versace, per il suo impegno come Presidente dell’associazione Operation Smile Onlus e ad Arturo Tridico, direttore de “la Voce” giornale per gli Italiani che vivono in Canada, rispettivamente insigniti per il loro impegno con una targa della Presidenza della Repubblica e Presidenza del Senato.




Commenta