“T’amo di due amori”, un poeta e il sogno della sua poesia Milano

Home  »  Gli eventi  »  “T’amo di due amori”, un poeta e il sogno della sua poesia
Mar 8, 2010 1 Commento ›› admin

Quale modo migliore, per celebrare la donna, di una serata dedicata all’amore? L’8 Marzo, al Piccolo Teatro Grassi di Milano, è stato festeggiato attraverso le poesie di uno dei poeti più interessanti della scena italiana contemporanea,Corrado Calabrò. Teatro esaurito, pubblico qualificato, applausi a non finire per la serata organizzata dall’associazione C3 International, che riunisce settataquattromila calabresi che vivono in ogni parte del mondo. Nel giorno della festa della donna nella storica sala milanese è andato in scena un recital spettacolo di poesia e musica composto dalle più belle poesie d’amore scritte dal magistrato-poeta. Si, perché, Corrado Calabrò, nato a Reggio Calabria, oltre ad essere un poeta di talento e riconosciuta fama è anche illustre magistrato, che oggi ricompre l’incarico di Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Lo spettacolo meneghino dal titolo “T’amo di due Amori” è tratto dalla sua ultima raccolta di poesie, dall’omonimo titolo, che raccoglie tutte le liriche sul tema dell’amore composte in molti anni e valorizzate da un cd allegato al volume, in cui l’attore Giancarlo Giannini recita le liriche più significative dell’antologia. All’evento hanno partecipato tantissimi calabresi, molti dei quali giunti a Milano da altre parti d’Italia per l’occasione.

Tra gli altri in platea c’erano Massimiliano FINAZZER FLORY, Assessore alla cultura del Comune di Milano, tra i promotori dell’evento; Giovanni DE NICOLA, Assessore con deleghe a Infrastrutture, Viabilità e trasporti, Mobilità ciclabile, Opere pubbliche stradali della Provincia di Milano; Alessandro RIENZI, Capo segreteria del Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, in rappresentanza del Governatore; Pasquale CANNATELLI, Amministratore Delegato FININVEST; Pasquale CANNATELLI, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda di Milano; Franco BERNABE’, Amministratore Delegato TELECOM; Francesco FORLENZA, Presidente OLIVETTI; il Cav. Gr. Cr. Dott. Mario DANIELE, Presidente di Sezione Corte di Cassazione, Già Procuratore Generale della Repubblica di Venezia e l’Ing. Claudio DE LORENZO, Capo Compartimento di ANAS Lombardia.

“Sono particolarmente lieto della vasta e qualificata partecipazione di molti amici vicini al Centro Culturale Calabrese che sono venuti da ogni parte d’Italia – ha detto il Presidente del C3 Intenational Peppino Accroglianò.

“Sono felice – ha proseguito – che la poesia abbia permesso di trascorrere una emozionante e piacevole serata a tutti, in un momento in cui il clima elettorale non disteso sta turbando anche la città di Milano”. Accroglianò ha voluto, poi, esprimere i sentimenti di gratitudine, suoi e della Calabria, al “grandissimo poeta Corrado Calabrò che – ha spiegato Accroglianò – con le sue poesie ci sa regalare profonde emozioni. I suoi versi, ispirati in prevalenza dal mare e dall’amore, sono viaggi melodici e musicali, un canto di gioia, un inno alla vita e ai suoi molteplici aspetti”.

A presentare la serata c’era la bella e brava Ramona Badescu, che dopo il recital ha voluto concludere lo spettacolo cantando un classico della canzone napoletana, “Reginella”, che ha entusiasmato il pubblico. Ad incantarlo, però, sono state le liriche di Calabrò, interpretate dagli attori Daniela Barra e Walter Maestosi, accompagnati al pianoforte dal Maestro Giovanni Monti. Delicatezza e intensità, desiderio e emozione, conquista e attesa, dolcezza e smarrimento, bellezza e ricordo. Infinite tessere compongono il mosaico che descrive il più inafferrabile e imprescindibile dei sentimenti umani, l’amore romantico e Calabrò ha il raro dono di saperlo rappresentare attraverso le parole più nobili, quelle di una poesia.

Sul palco, oltre agli interpreti dello spettacolo, sono saliti lo stesso Corrado Calabrò, che ha letto personalmente una sua poesia, l’assessore Finazzer Flory, Peppino Accroglianò e Amedeo Vilardo, Presidente della Federazione Italiana delle Associazioni e Circoli Calabresi di Milano, anch’essa promotrice della serata. E sul palco si è svolto uno scambio di doni, con il Presidente dell’Agcom che ha voluto omaggiare la città ospite offrendo all’Assessore Finazzer Flory un quadro della bravissima pittrice Maria Luisa Belcastro ispirato alla Calabria, terra selvaggia e ricca di archeologia, circondata da un mare indimenticabile, prima fonte di ispirazione della sua poesia. Non è mancato un momento più conviviale con il cocktail che ha concluso la serata, elegantemente preparato e dedicato alle donne. Tra le mimose un ricco catering è stato offerto agli ospiti, grazie al contributo degli sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa. Il Presidente del C3 International ha sottolineato l’ottima organizzazione del Piccolo Teatro Grassi di Milano, ringraziando tutti, dalla Direzione all’intero personale.




Commenti

  1. Giuseppe La Delfa ha detto:

    Sono stato invitato giorno 9 gennaio presso il palazzo Bellomo e avrò il piacere di ascoltare e successivamente acquistare e leggere tutte le poesie del poeta Corrado Calabrò . Congratulazioni per questo evento culturale di alto livello. Giuseppe La Delfa

Commenta