XIX Edizione Premio Internazionale “La Calabria nel Mondo”

Home  »  Gli eventi  »  XIX Edizione Premio Internazionale “La Calabria nel Mondo”
Ott 12, 2010 Nessun commento ›› admin

Organizzato dal Centro Culturale Calabrese, il Premio Internazionale «La Calabria nel Mondo» destinato a illustri personaggi di origine calabrese e consistente in una pregevole opera dell’orafo crotonese Gerardo Sacco, è giunto alla XIX edizione. Presieduta da Cesare Mirabelli, già presidente della Corte Costituzionale, la Commissione ha analizzato le candidature presentate dalle associazioni di calabresi nel mondo. In passato il Premio è andato a persone distintesi per intelligenza, onestà e capacità in vari settori della società e che hanno conquistato traguardi d’innegabile prestigio nazionale e internazionale. Tra essi figurano Leon Panetta, direttore della Cia; Renato Dulbecco, Premio Nobel per la Medicina; Corrado Calabrò, Garante delle Comunicazioni; Antonio Catricalà, Garante della Concorrenza e del Mercato;, nonché professionisti, imprenditori, uomini di Stato. Presieduto da Peppino Accroglianò, il C3 International ha la sede principale a Roma, definita «la più grande città della Calabria»: circa mezzo milione di «romani» sono nati o hanno ascendenti in Calabria. Il legame tra la città e l’associazione si rafforza ogni anno. Preceduta da un Convegno sul tema «Dal Turismo e dai Beni culturali la spinta economica per la ripresa del nostro Mezzogiorno e del Paese»», quest’anno la consegna dei Premi, in programma il 12 ottobre, ha come scenario la sala della Protomoteca del Campidoglio e la tavola rotonda che ogni anno precede la cerimonia è dedicata al Turismo e ai Beni culturali, sui quali puntare per la ripresa economica. Il turismo in Calabria si è molto sviluppato ma può esserlo di più. La Calabria ha luoghi, reperti archeologici e storici, documenti architettonici che il grande pubblico conosce poco; un patrimonio culturale da recuperare e valorizzare, cui vanno aggiunte le bellezze naturali: è la regione più boscosa d’Italia. Recentemente il ministro del Turismo, Michela Brambilla, ha affermato: «In Calabria e nel Mezzogiorno occorre sfruttare e potenziare il turismo culturale». A sua volta Peppino Accroglianò, presidente del C3 International, ha affermato: «Da sempre la promozione culturale della regione è l’obiettivo del Centro Culturale Calabrese e dei tanti amici che, pur vivendo lontano, non hanno dimenticato le potenzialità e le necessità della loro terra; la nuova edizione del Premio serve anche a proporre riflessioni e stimoli per il rilancio dell’economia calabrese superando i limiti che da secoli ne frenano lo sviluppo», . L’associazione è impegnata nella promozione della cultura anche grazie all’apporto dei soci: un esempio è Corrado Calabrò le cui liriche, tradotte in 18 lingue, viaggiano nel mondo attraverso recital musicali.




Commenta