Festa per il Rettore Gaudio e il Presidente di Equitalia Busa

Home  »  Gli eventi  »  Festa per il Rettore Gaudio e il Presidente di Equitalia Busa
Mar 13, 2015 Nessun commento ›› admin

Un omaggio a due illustri calabresi, già insigniti qualche anno fa del prestigioso Premio “La Calabria nel Mondo”: Eugenio Gaudio, nuovo Magnifico Rettore della più grande università d’Italia, “La Sapienza” e Vincenzo Busa, nuovo Presidente di Equitalia. Il Presidente del C3 International – che ha promosso e organizzato l’evento al Circolo Antico Tiro a Volo – ha espresso la soddisfazione e l’orgoglio non solo degli oltre 600mila calabresi residenti a Roma ma di tutti i calabresi che, come si sa, sono sparsi in ogni angolo del mondo. E’ significativo – ha detto il Cav. di Gran Croce Peppino Accroglianò – che ancora una volta ai vertici di importantissime istituzioni siano chiamati uomini della nostra terra, portatori “sani” di cultura, di abnegazione, serietà e rigore, il cui impegno nei confronti della collettività e del Paese viene giustamente riconosciuto e apprezzato. Ai due calabresi illustri sono state consegnate a ricordo della serata due pregevoli e originali creazioni orafe di Gerardo Sacco che rappresentano il Liber Figurarum: la più bella ed importante opera di teologia figurale e simbolica del Medio Evo. Il codice miniato illustra il complesso ed originale pensiero profetico dell’abate calabrese Gioacchino da Fiore, basato sulla teologia trinitaria della storia e sulla esegesi concordistica della Bibbia. Le “Figurae”, concepite e disegnate dall’abate florense, vennero esemplate e radunate nel Liber Figurarum nel periodo immediatamente successivo alla sua morte, avvenuta nel 1202. Nello specifico è stata scelta tra le figure gioachimite L’Albero dell’Umanità. L’albero nel Medioevo simboleggiava il legame misterioso tra la terra e il cielo, in esso si ritrovano i protagonisti e le istituzioni dell’intera Storia della Salvezza, lo svolgersi delle generazioni umane da Adamo fino a Gesù Cristo. L’opera artistica di Gerardo Sacco è riprodotta su di un quadro e realizzata in argento 925/000 smaltato interamente a mano.

Targa Gaudio Targa Busa

La serata ha registrato un suggestivo intermezzo musicale di belcanto del giovane tenore Stefano Gagliardi, una delle voci più significative e promettenti nel panorama della lirica italiana. Un calabrese di Catanzaro che lasciato la sua terra appena adolescente per seguire gli studi di canto (è stato, fino alla morte del Maestro,  il più giovane allievo di Luciano Pavarotti tra i pochissimi selezionati in tutto il mondo) e che si è diplomato a pieni voti a Santa Cecilia facendo di Roma la sua seconda città. Il suo talento ha emozionato e incantato i moltissimi ospiti intervenuti, personalità e uomini delle istituzioni, tra cui i Presidenti emeriti della Corte costituzionale Cesare Mirabelli, Annibale Marini e Alfonso Quaranta, il poeta e consigliere di Stato Corrado Calabrò, l’ex viceministro Antonio Catricalà, i sottosegretari Giovanni Zanetti e Cosimo Ferri, il deputato argentino Mario Borghese (della Circoscrizione estera della Camera), l’on. Enza Bruno Bossio, Giuseppe Marra Presidente e direttore del Gruppo GMC Communications-Adnkronos, Andrea Monorchio, Aurelio Misiti, il direttore della Gazzetta del Sud Lino Morgante, Domenico Alessio, Gerardo Smurra.

Gaudio-Calabrò

 

Il Rettore de “La Sapienza” Eugenio Gaudio con Corrado Calabrò, il sottosegretario Giovanni Zanetti e Peppino Accroglianò 

15-Busa-Marra-Mirabelli-03.11

Pippo Marra, Cesare Mirabelli, il Presidente di Equitalia Vincenzo Busa, il sottosegretario Giovanni Zanetti e Peppino Accrogliano

15-rettore-Gaudio-e-Stefano

Il Rettore Eugenio Gaudio ascolta compiaciuto il tenore Stefano Gagliardi

15.03.13-GazzettadelSud




Commenta